Marketing di Giugno: Socializzazione come sport estremo

In questi giorni siamo in fase preparatoria per il mese di Giugno. E’ un periodo bello perché abbiamo tante opportunità e spunti per comunicare con le clienti. E secondo me oltre a tanti stimoli come i solari, e i servizi che d’estate si fanno di più (trattamenti e tecnici), abbiamo dalla nostra parte anche l’arrivo della bella stagione che fa uscire le persone di casa, le fa essere più mondane. La difficoltà che spesso crea un muro tra noi e la cliente è mettersi a cercare soluzioni complesse, ma in realtà spesso è tutto molto semplice.

Regola n. 1:
– Mettersi nei panni della cliente
Regola n. 2:
– Mettersi nei panni della cliente
Regola n. 3:
– Mettersi nei panni della cliente

Per deformazione professionale, quando vado nei locali o nei parrucchieri o dove si erogano servizi la cosa a cui faccio caso è proprio questa.

Sembra stupido vero? Eppure nessuno lo fa. Spesso gli esercenti sono in cerca di gesta e cerimonie di contorno, ma tralasciano la cosa più semplice da fare. Rilassarsi e fare le cose con naturalezza con il sincero desiderio di far piacere ad una persona. Addirittura al ristorante, come nei parrucchieri, mi sono capitate persone gentilissimissimissimissime. TROPPO. Vi è mai capitato? Persone troppo gentili esageratamente gentili a tal punto da infastidire o mettere in imbarazzo. Certamente non erano naturali, e stavano recitando una parte. Lo trovo molto brutto. E’ difficile raggiungere un equilibrio tra: sii te stesso, ama le persone e comportati in modo educato e professionale? Secondo me è proprio questo il punto. Si va in cerca di cose strane, difficili, innaturali, quando basterebbe stare più tranquilli ed essere felici di fare quello che si fa.

Sono giunta ad una conclusione: La professionalità si può insegnare, tutto il resto lo si deve avere.
Perché dover chiedere ad un collaboratore di sorridere, di essere gentile, di comportarsi in un certo modo, se lui/lei non lo è già, non porterà a grandi risultati sociali. Quindi fate attenzione quando si fa selezione del personale, che abbiano uno spiccato senso del sociale. SPICCATO SENSO DEL SOCIALE. SPICCATO SENSO DEL SOCIALE. Oggi ripeto le parole importanti 🙂 spero tu non te la prenda 🙂 e se mi regali un Like Sociale 🙂 🙂 🙂 cliccando il pulsante sotto la foto ti dico anche perché questa cosa è importante e come applicarla nel marketing del tuo salone di parrucchiere:

[sociallocker]Veniamo a noi: Giugno. Anzi no… continuiamo a parlare dell’ormai noto: spiccato senso del sociale.

Questa peculiarità non vi sarà utile solo per questo (che è la base). E’ per questo che ve ne parlo su un sito di marketing. Vi sarà utile anche per tutto il resto: fidelizzazione, marketing, fiducia e darà valore alla bravura tecnica. E spesso queste persone con … spiccato senso del sociale… sono figure jolly per quanto riguarda il marketing del salone perché sono persone non semplicemente “socievoli” ma sono persone “sociali“. Spesso sono le stesse persone che riescono a stare con naturalezza con chiunque e stare bene. Spesso sono persone che portano tante clienti in salone dall’esterno. Che la domenica in spiaggia, o al bar a colazione, o la sera ad un aperitivo conoscono. Conoscono e non hanno difficoltà a parlare della loro vita e del lavoro che fanno. E attirano. E sono in grado di mettere gli altri a proprio agio. E di far stare bene una cliente mentre sta quattro ore dal parrucchiere. Sono persone che si aperte al mondo.

E il mondo lo sa benissimo, questo è il bello!

Questa è l’era del marketing basato sulle persone e non tanto più sugli strumenti. Per questo vanno tanto i coupon bellezza, perché sono consegnati a mano alla persona che si sta invitando. Oltre che l’era del Guerrilla Marketing. IL marketing a basso costo.

Vi invito quindi a concentrarvi di più sulle persone, investite sulla crescita dei vostri collaboratori, della vostra personalità, del carisma. lavorate sulla crescita personale, perché nel marketing non c’è arma migliore. Non c’è promozione che tenga. Non c’è null’altro in questo momento che funziona di più. Vince il più fico, non ci sono trucchi.
Quale miglior periodo che l’arrivo dell’estate, del sole, del caldo per iniziare a lavorare su noi stessi e sul team come risorsa veramente umana? Vi dirò di più… è anche divertente!

[grwebform url=”https://app.getresponse.com/view_webform_v2.js?u=SlDf&webforms_id=2068004″ css=”on” center=”off” center_margin=”200″/]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Proudly powered by WordPress | Theme: Baskerville 2 by Anders Noren.

Up ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: